Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop


Stella Polare

Trump-Hillary. Sesso, finanza e videotapes

Lo scheletrino dell'armadio di Donald oscura la rivelazione Wikileaks sui discorsi di Clinton al soldo dei pezzi grossi di Wall Street. Chi comanda a Washington?

Redazione
sabato 8 ottobre 2016 23:59

di Pino Cabras.

Una breve riflessione per contribuire a contestualizzare la notizia del giorno.

Mentre il coro dei media tira fuori uno scheletrino dall'armadio di Donald Trump facendolo diventare un delitto mondiale, passa del tutto in secondo piano la rivelazione di Wikileaks con le ributtanti trascrizioni dei discorsi a pagamento che Hillary Clinton pronunciava presso i pezzi grossi di Wall Street, ai quali teneva a dire: "Mi sento molto lontana dalla classe media". E intanto prometteva loro l'esatto opposto di quanto promette al popolo bue: la protezione incondizionata dei super-ricchi. Per questi servigi si calcola che abbia ricevuto quasi 26 milioni di dollari.

Mi pare che la politica USA sia in una crisi drammatica, con due candidati alla presidenza squallidissimi e deboli, laddove l'unico centro di comando con effetti decisionali veri, al momento, risiede al Pentagono, e l'unica fonte di legittimazione vera risiede nel denaro della grande finanza

Piccolo problemino aggiuntivo, che si perde nel coro russofobo dei media: il Pentagono è in mano a gente che sta prendendo decisioni che rendono possibile sin d'ora una guerra fra USA e Russia
Che - capite bene - non è come le altre guerre.


Torna alla Home Page

DONAZIONE


Letto 17749 volte
Commenti
  • Franco 296 09/10/2016 alle 15:32:37 rispondi
    Lo scheletrino di lucertola nell'armadio di TRUMP non è minimamente paragonabile a quello di dinosauro celato dalla Clinton. Il polverone innalzato ovunque e dovunque su questa dichiarazione, peraltro vera (ce lo ricorda un passo del divertente filmato di Natalino Balasso:
    https://www.youtube.com/watch?v=oRJFyHRasOU), mi ha fatto venire i brividi. Trump è assolutamente inviso al blocco di potere statunitense, hanno una maledetta paura che venga eletto e scardini la loro cieca, tetra e malefica politica. Adesso vogliono sostituirlo, e se continua e i brogli non gli riusciranno, di certo lo faranno fuori. Questo suo essere antisistema me lo fa piacere, almeno è sanguigno e vitale, ben diverso dall'ammasso esangue e mortifero delle amebe pseudodemocratiche, liberal e conservatrici.
 
Connetti
Utente:

Password: