Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop


Kill PIL

Qual è il sistema bancario più a rischio del mondo?

Una breve considerazione sull'ultimo report della Banca Internazionale dei Regolamenti (la banca centrale delle banche centrali). [F. Lugano]

Redazione
giovedì 9 marzo 2017 09:56

di Fabio Lugano

La BIS banca internazionale dei regolamenti (Bank for International Settlements) è la banca centrale delle banche centrali. Nella sua orrida sede di Basilea, che vedete in foto, si occupa delle transazioni fra le banche centrali, della determinazione degli standard internazionali (Basilea I , II, III) e della stabilità del sistema creditizio mondiale.

In questa funzione valuta la sicurezza dei vari sistemi bancari nazionali. Su Zerohedge è comparso un sunto dell'ultimo report. Vediamo come è cresciuta l'attività creditizia in dollari ed in euro:



Come vedete la crescita del credito in dollari è stata molto superiore a quella del credito in euro. Questo è figlio della crescita più viva nei paesi in via di sviluppo e negli USA rispetto alla languente Europa, ed il tutto nonostante il QE della BCE.

Ora vediamo la valutazione dei singoli sistemi creditizi mondiali basata su tre fattori:

- il gap fra crescita del credito e del PIL nazionale (valore positivo se il credito cresce più del PIL) , indice di un eccesso di credito rispetto all'economia ria

- il gap fra crescita dei prezzi immobiliari e del credito, indice di una bolla nel credito immobiliare

- il DSR indica la percentuale di ricchezza del settore privato che viene utilizzata per pagare gli interessi, ed è un'indicazione della sostenibilità del debito

- il DSR il DSR a 250 è quanto il settore privato non creditizio potrebbe pagare di interessi con un tasso degli stessi a 2,5%

Ora sulla base di queste valutazioni abbiamo che il sistema più a rischio è quello CANADESE, mentre quello più sicuro è quello ITALIANO:



EPPURE AD ESSERE IN CRISI È IL SISTEMA ITALIANO. Come mai questa contraddizione? Non avete la sensazione che la crisi del nostro sistema creditizio sia una crisi VOLUTA e CAUSATA da elementi esterni, da forzature violente per regalare un sistema di suo stabile ad altri soggetti?

Pensateci, e buona giornata.


(9 marzo 2017)


Link articolo © Fabio Lugano © Scenarieconomici.it



Torna alla Home page


Letto 2965 volte
 
Connetti
Utente:

Password: