Informativa

Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

OK X
Globalist:
stop
 
Connetti
Utente:

Password:



Guerra e verità

La strage dei bimbi siriani e l'Occidente senza parole

IL MASSACRO DI RASHIDDIN. ECCO PERCHÉ I BUGIARDI DI IERI OGGI NON POSSONO DIRE LA VERITÀ. [Giulietto Chiesa]

Redazione
domenica 16 aprile 2017 23:35

IL MASSACRO DI RASHIDDIN. ECCO PERCHÉ I BUGIARDI DI IERI OGGI NON POSSONO DIRE LA VERITÀ.

di Giulietto Chiesa.

Questi 128 morti erano tutti civili. Fuggivano da Kefraya e da altri villaggi, alcuni sunniti, altri sciiti.
Andavano a rifugiarsi sotto la copertura di Bashar al-Assad, che i nostri media continuano a descrivere come un mostro, responsabile di un bombardamento coi gas che non c'è mai stato.
Eppure questi civili, di entrambe le confessioni, andavano dai suoi uomini, per fuggire i tagliagole che noi occidentali armiamo e finanziamo.
Adesso sentiremo le geremiadi dei sepolcri imbiancati. E pochi avranno il coraggio di dire che il camion bomba non può che essere stato dei terroristi. Oppure avranno il coraggio di dire che è stato l'esercito siriano a mandarlo?



Foto Twitter / @HadiAlabdallah





Immagini tratte dai media siriani e da assadakah.com.

Torna alla Home Page

DONAZIONE


Letto 23919 volte
Commenti
  • Franco 296 17/04/2017 alle 08:59:25 rispondi
    Per coprire questa notizia, tutti i telegiornali e giornali si arrampicano sugli specchi. Non uno che abbia il coraggio di puntare il dito sulle carogne finanziate e armate dall'impero. Disinforrmazione a senso unico. Opprimente e offensiva per i cervelli liberi e che sanno ancora ragionare.
    Aggiungerei la balla mediatica pompata all'eccesso dell'omicida RUSSO in fuga tra le provincie di Bologna e Ferrara, poi rivelatosi SERBO ma molto sommessamente.
    E li chiamano giornalisti. Purtroppo quelli veri hanno da tempo abbandonato la fabbrica delle balle istituzionale.
  • Franco 296 17/04/2017 alle 09:00:44 rispondi
    Per coprire questa notizia, tutti i telegiornali e giornali si arrampicano sugli specchi. Non uno che abbia il coraggio di puntare il dito sulle carogne finanziate e armate dall'impero. Disinforrmazione a senso unico. Opprimente e offensiva per i cervelli liberi e che sanno ancora ragionare.
    Aggiungerei la balla mediatica pompata all'eccesso dell'omicida RUSSO in fuga tra le provincie di Bologna e Ferrara, poi rivelatosi SERBO ma molto sommessamente.
    E li chiamano giornalisti. Purtroppo quelli veri hanno da tempo abbandonato la fabbrica delle balle istituzionale.