USA-Russia. Sanzioni e tamburi di guerra

Le nuove sanzioni contro i russi sono il monumento di Washington alla sua criminalità (La guerra è all’orizzonte). Ogni pretesto russofobo sarà usato. [Paul Craig Roberts]

russofobia

russofobia

di Paul Craig Roberts.


 


Col proprio voto, il Congresso fa chiaramente capire che preferisce rischiare una guerra nucleare piuttosto che distendere le relazioni con la Russia. Trump non può neanche porre il veto sul disegno di legge, in quanto passato in ambo le camere con ben oltre i due terzi dei voti. L’unica cosa che può ottenere con un veto è mostrare di avere presunti legami con Putin.


Al Congresso interessa molto di più continuare a raccogliere i finanziamenti del military/security complex e a far leva sulla russofobia, piuttosto che attenuare le tensioni.


Washington ha dunque palesemente scelto il conflitto con la Russia come elemento principale della propria politica estera.


Forse ora il governo russo abbandonerà le proprie pie illusioni di un accomodamento. Come ho scritto più volte, l’unico modo con cui la Russia può ottenere un appianamento è accettare l’egemonia yankee.


La foglia di fico che il Parlamento ha scelto per violare i protocolli diplomatici è la solita accusa, non provata, delle interferenze russe nelle ultime presidenziali statunitensi. Un gruppo di ex ufficiali di intelligence americani ha annunciato di recente che è stata fatta un’istruttoria su tale presunto hacking, e la conclusione è che questo non è mai avvenuto; c’è stato un leak interno, che è stata copiato su un dispositivo e a cui poi sono state aggiunte “impronte digitali” russe. Non esiste alcuna prova effettiva che dimostri l’hacking russo.


È tutta una bufala, anche chi la propaga la sa.


[VEDI l'articolo di Giulietto Chiesa,  Russiagate: clamoroso falso. La dimostrazione, (Nota di Megachip)]


Il fatto che il Congresso menta spudoratamente per giustificare la propria violazione del diritto internazionale dimostra quanto Washington sia determinata ad intensificare il conflitto con la Russia.


Aspettatevi altre false accuse, demonizzazioni e minacce.


 


Fonte: http://www.informationclearinghouse.info/47545.htm


Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di HMG.


 


Tratto da: https://comedonchisciotte.org/le-nuove-sanzioni-contro-i-russi-sono-il-monumento-di-washington-alla-sua-criminalita-la-guerra-e-allorizzonte/.



COME SOSTENERE PANDORATV.it: