Amazon e i calabraghe

Una vera asta fra stati all'interno degli USA per attrarre una sede Amazon, tutti pronti a sbracarsi. Bambini venite parvulos. [Giuseppe Masala]

Jeff Bezos

Jeff Bezos

di Giuseppe Masala.


 


Davvero ci colpisce leggere dell'esistenza di una vera e propria asta in corso tra gli stati degli USA per aggiudicarsi la seconda sede della multinazionale del commercio on-line Amazon. Lo stato di New York, per riuscire ad attrarre nel proprio territorio la sede che garantirebbe 50mila posti di lavoro e cinque miliardi di dollari di investimento,  ha offerto sette miliardi di dollari di sgravi fiscali. Avete capito bene: Amazon investe 5 miliardi e ne ottiene 7 di sgravi fiscali.


Ecco a cosa porta il dogma del non intervento dello Stato in economia: un enorme ricatto in cui gli ostaggi sono le persone affamate di posti di lavoro che autopagheranno - con profitto per il capitalista - tramite le casse statali (che poi null'altro sono che la cassa comune).



In Europa in sostanza avviene lo stesso, con un enorme dumping fiscale (e spesso legale) fatto da alcuni stati (dall'Irlanda, al Lussemburgo a Malta) a danno di tutti gli altri Stati tra i quali ve ne sono alcuni che non possono giocare a questo folle gioco perché sono oberati dal costo del debito pubblico e si ritrovano a fare da preda.


Una soluzione per competere ci sarebbe, ed è cantata in un verso amaro dal cantautore De Gregori: "Legalizzare la Mafia sarà la regola del duemila". Era il 1989, l'anno del Muro. Bambini venite parvulos. Bambini venite Amazon. 


 



 


COME SOSTENERE PANDORATV.it: