Grasso lascia il PD. Meglio tardi che mai. Ma...

Il presidente del Senato dice addio al Partito Democratico. Dice: 'L'ho fatto dopo e non prima del voto per rispetto delle istituzioni'. Strana logica davvero! [Giulietto Chiesa]

Piero Grasso

Piero Grasso

di Giulietto Chiesa.


 


Piero Grasso va via dal partito di Renzi. Meglio tardi che mai. Il PD affonda nella sua salsa color Rosatellum.


Le motivazioni sono ormai note e nobili: il presidente del Senato non riconosce più "né il merito né il metodo del PD".


Bene.


Anche lo sdegno "per essere stato costretto" a far passare una legge elettorale approvata dalla camera dei lanzichenecchi "senza poter cambiare neanche una virgola". Tutto al di fuori della Costituzione.


Ma c'è un'obiezione.


Dice: "l'ho fatto dopo e non prima del voto per rispetto delle istituzioni".


Strana logica davvero! Per rispetto delle istituzioni avrebbe dovuto farlo prima, non dopo. In questo modo avrebbe forse contribuito a evitare che venissero ulteriormente infangate.


 


 


COME SOSTENERE PANDORATV.it: