Trump-Hillary. Sesso, finanza e videotapes

'Lo scheletrino dell''armadio di Donald oscura la rivelazione Wikileaks sui discorsi di Clinton al soldo dei pezzi grossi di Wall Street. Chi comanda a Washington?'

Megachip 8 ottobre 2016
'



di Pino Cabras.





Una breve riflessione per contribuire a contestualizzare la notizia del giorno.





Mentre il coro dei media tira fuori uno scheletrino dall''armadio di Donald Trump facendolo diventare un delitto mondiale, passa del tutto in secondo piano la rivelazione di Wikileaks con le ributtanti trascrizioni dei discorsi a pagamento che Hillary Clinton pronunciava presso i pezzi grossi di Wall Street, ai quali teneva a dire: "Mi sento molto lontana dalla classe media". E intanto prometteva loro l''esatto opposto di quanto promette al popolo bue: la protezione incondizionata dei super-ricchi. Per questi servigi si calcola che abbia ricevuto quasi 26 milioni di dollari.





Mi pare che la politica USA sia in una crisi drammatica, con due candidati alla presidenza squallidissimi e deboli, laddove l''unico centro di comando con effetti decisionali veri, al momento, risiede al Pentagono, e l''unica fonte di legittimazione vera risiede nel denaro della grande finanza





Piccolo problemino aggiuntivo, che si perde nel coro russofobo dei media: il Pentagono è in mano a gente che sta prendendo decisioni che rendono possibile sin d''ora una guerra fra USA e Russia


Che - capite bene - non è come le altre guerre.




[GotoHome_Torna alla Home Page]




DONAZIONE





'