Top

Corea e dintorni, un gioco di sponda della nuova Guerra Fredda?

'

di Pak Doo-Ik – Megachip.'

Corea e dintorni, un gioco di sponda della nuova Guerra Fredda?

Redazione Modifica articolo

5 Aprile 2013 - 09.37


Preroll

OutStream Desktop
Top right Mobile

di Pak Doo-Ik – Megachip.

Middle placement Mobile

Dynamic 1

Premessa maggiore: è sempre un esercizio difficile tentare di far luce sulla misteriosa Corea del Nord. Nondimeno dobbiamo tentare di capire in base alle notizie che abbiamo. Rispetto al tentativo di Pino Cabras di qualche giorno fa propongo un punto di vista diverso ancora.  Anche in quell’articolo si affaccia una tesi largamente condivisa: che cioè il ragazzo di Pyongyang stia semplicemente esercitando il solito ricatto, e i suoi strilli mirino a forzare l’afflusso di risorse, valuta, cibo ed energia nel suo eremo. Ma a me rimane un dubbio.

Dynamic 2

Questa volta è evidente che il volume della sfida è più alto del solito. Potrebbe esser effetto di un problema più grosso del solito o di un livello di chiasso generale più alto del solito, un livello da dover superare con una minaccia più urlata del solito.   Io propendo per un’interpretazione più indiretta.

Dynamic 3

Il Mar Cinese è teatro dell”inizio di una specie di Guerra fredda tra Cina ed USA, sebbene esteriormente i due continuino ad avere normali relazioni.

Dynamic 4

Escludo che la Corea del Nord si muova per conto proprio, senza sentire l”ingombrante amico cinese. E forse, questa volta, è stato proprio l”amico cinese a suggerire a Pyongyang di urlare un poco più forte. Il messaggio da Pechino a Washington potrebbe suonare così: «ragazzi, se continuate a rompere un po’ troppo gli involtini, prima o poi vi scateniamo contro quei pazzerelloni».

Dynamic 5

Seguono camion ricolmi di beni da Pechino a Pyongyang per rimunerare il servizio, abbastanza da compensare perfino la chiusura del distretto economico legato alla Corea del Sud.

Si tenga conto che della Guerra fredda Cina-USA non c”è volutamente visibilità, e ufficialmente, certo, Pechino stigmatizza il vicino bizzarro. È però noto che la Cina ritenga la Corea del Nord essenziale all”equilibrio geostrategico della zona, poiché se venisse aggregata alla Corea del Sud (e quindi americanizzata) sarebbe l”unico confine diretto tra i due blocchi. Mosca lo sa bene e dice ad entrambi «uè ragazzi, calma, che ci si mette un niente a fare la frittata».


Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile