Top

'Kiev usa il fosforo bianco. L''allarme all''ONU'

'Drammatici video fanno ritenere che i militari ucraini abbiano sganciato bombe incendiarie su Slavyansk. La guerra dell''Est verso un''ulteriore escalation? Allarme russo.'

'Kiev usa il fosforo bianco. L''allarme all''ONU'

Redazione

13 Giugno 2014 - 07.16


Preroll

OutStream Desktop
Top right Mobile

Middle placement Mobile
da
RT.com
.

Dynamic 1

I residenti di Slavyansk e dei suoi sobborghi sono stati
svegliati giovedì notte da quelle che riferiscono essere bombe incendiarie
sganciate dalle forze armate di Kiev. Testimoni e reportage dei media
locali hanno suggerito che si potrebbe trattare di bombe al fosforo bianco.

Dynamic 2

Gran parte del villaggio di Semyonovka, fra i sobborghi di
Slavyansk, è stato dato alle fiamme. Le persone del luogo hanno riferito a RT
che il suolo non smetteva di bruciare per diverso tempo.

Dynamic 3

«Lo abbiamo visto tutti, quel che è successo qui, ieri. Hanno
usato lanciarazzi e bombe incendiarie contro di noi. Il suolo era in fiamme.
Come può la terra bruciare da sola? È bruciata per circa quaranta minuti», ha
dichiarato a RT un residente, Roman Litvinov.

Dynamic 4

«A partire dalle due del mattino, tutti quelli che ho incontrato
accusavano mal di gola e tosse per tutto il tempo. Penso che sia dovuto alla
combustione. Temo che proveremo le vere conseguenze più avanti. Ci sono ancora
un sacco di persone qui, tra cui molti bambini che ancora non siamo riusciti a
mandare da qualche altra parte», dichiara Tayana, una signora del luogo.

Dynamic 5

L’uso di bombe incendiarie – finalizzato a causare incendi
attraverso l’utilizzo di materiali come il napalm, il fosforo bianco o altri
agenti chimici pericolosi – è rigorosamente vietato dall’ONU. 



Le autorità di
Kiev hanno smentito i servizi giornalistici sul fatto che tali armi siano state
impiegate contro i civili. Anche la Guardia nazionale ha smentito che siano
state usate munizioni al fosforo.


Durante l’ultima conferenza stampa, la portavoce del
Dipartimento di Stato– Jen Psaki – ha fatto di tutto per scansare la domanda di
un giornalista della AP circa l’impiego di
bombe al fosforo bianco da parte dell’esercito di Kiev. Ma una volta con le
spalle al muro, si è lasciata sfuggire che non aveva abbastanza elementi in
merito alla situazione sul terreno, affermando perfino che pensava si stesse
parlando di russi che usavano quelle bombe.

Una volta che le è stato chiesto conto per la seconda volta di
queste notizie, Psaki ha replicato: «Da chi?
Da parte dei russi?
». Il giornalista ha ribattuto: «No, da parte degli ucraini»,
precisando che esistono prove in video e in foto dell’attacco.

La Psaki ha risposto: «No, non
ho mai visto tali servizi
».


Slavyansk, una città industriale nel sud-est dell’Ucraina con
una popolazione di oltre 100mila abitanti, ha rappresentato sin qui un punto
focale della repressione del governo centrale contro la regione. La zona
residenziale della città è stata regolarmente sottoposta al fuoco
dell’artiglieria ucraina per settimane.


«All’apparenza qualcosa di almeno simile, se non proprio lo
stesso fosforo bianco, è stata utilizzata nel corso della nottata di giovedì.
Ho visto il video e l’ho osservato da vicino… ci sono tutti i segni e gli
indizi sull’uso di fosforo bianco. Ad esempio, i fortissimi bagliori legati
agli incendi che calavano dal cielo. È stata certo usata un’arma airburst, lanciata da un mortaio o
da un aero con equipaggio». Così dichiara a RT Charles Shoebridge, ex ufficiale
dell’esercito, detective di Scotland Yard, nonché funzionario dell’intelligence per l’antiterrorismo, da poco
tornato dall’Ucraina.

«Il fosforo bianco non può essere spento con l’acqua» e «brucerà
un corpo fino all’osso
», ha
aggiunto Shoebridge.
«Nel
caso che se ne usino grandi quantità può essere anche un veleno. Grandi
quantità sono in grado di contaminare anche l’approvvigionamento idrico».

In base al video «è molto probabile che sia stato usato fosforo
bianco, ha proseguito Shoebridge.
«È assai difficile riuscire ad alterare il video che abbiamo visto,
se lo combiniamo con le prove sul campo».


Mosca ha chiesto un’indagine immediata sulle notizie riguardanti
l’uso di bombe incendiarie, ha riferito il Ministro degli Esteri russo Sergey
Lavrov.


«Siamo molto preoccupati dalle notizie che sentiamo, secondo cui
le forze armate ucraine utilizzano bombe incendiarie e alcune altre armi
indiscriminate», ha affermato Lavrov. «Queste notizie debbono essere
immediatamente vagliate».


Giovedì la Russia ha presentato una bozza di risoluzione al
Consiglio di sicurezza dell’ONU che condanna gli attacchi indiscriminati contro
i quartieri residenziali e le strutture civili nell’Ucraina sudorientale, ha
rivelato Vitaly Churkin, ambasciatore russo all’ONU. Ha altresì espresso
apprensione sui reportage che riferiscono l’utilizzo di munizioni vietate,
comprese le bombe incendiarie, nel corso della repressione militare.


La bozza di risoluzione si appella all’immediata interruzione di
ogni violenza e a un cessate il fuoco duraturo.


«Il progetto di risoluzione punterà a fermare la violenza e a sostenere
gli sforzi politici che l’OSCE ha finora intrapreso invano. Chiediamo al
Segretario generale dell’ONU che le sostenga», ha dichiarato Churkin,
aggiungendo che solo l’approvazione di questa risoluzione dimostrerebbe il
sostegno del Consiglio di sicurezza dell’ONU agli sforzi intesi a regolare la
crisi.


Traduzione per Megachip a cura di Matzu Yagi.


[GotoHome_Torna alla Home Page]

SOSTIENI LA NASCITA DI PANDORA TV:

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile