Top

La Freedom Flotilla 3 sempre più vicina a Gaza

Rimaniamo fedeli alla nostra storia di navigazione per ristabilire la legalità internazionale nel Mediterraneo orientale

La Freedom Flotilla 3 sempre più vicina a Gaza

Redazione Modifica articolo

28 Giugno 2015 - 20.22


Preroll

OutStream Desktop
Top right Mobile

da Freedom Flotilla Italia.

Middle placement Mobile


Dynamic 1
La Freedom Flotilla III, composta da quattro imbarcazioni, l”ex peschereccio “Marianne da Goteborg” e le imbarcazioni che lo accompagnano “Rachel”, “Vittorio” e“Juliano II”, ha messo in mare 47 persone da 17 paesi, in viaggio da sabato mattina per sfidare il blocco di un milione e ottocentomila Palestinesi della Striscia di Gaza. Il nostro obiettivo primario è interrompere il blocco illegale e disumano di Gaza, chiedere che sia aperto il porto di Gaza, il porto della Palestina verso il resto del mondo.

Tre imbarcazioni accompagnano la Marianne, i freedom sailors e il cargo diretti a Gaza. I loro nomi (Rachel, Vittorio and Juliano II) sono stati dati in memoria degli attivisti per la pace Rachel Corrie, Vittorio Arrigoni e Juliano Mer-Khamis, mentre Juliano, un”altra imbarcazione che avrebbe dovuto lasciare il porto, è dovuta rimanere indietro, per problemi tecnici. Non è ancora chiaro se questa imbarcazione sia stata sabotata, come già accaduto nel 2011; il caso sospetto è sotto indagine.

Dynamic 2
La flottiglia trasporta carico molto utile, ma il nostro carico più importante è come al solito la solidarietà umana e l”azione non-violenta che ha come obiettivo il rispetto dei diritti umani.

Da sabato la Marianne è sotto sorveglianza di quello che l”equipaggio descrive come imbarcazioni militari e aerei da ricognizione, senza mai cambiare direzione o piano. Ora la Marianne è a circa 170 miglia nautiche dal porto di Gaza e potrebbe giungere a destinazione in uno o due giorni.

Dynamic 3
Dall”inizio di questa campagna, la Coalizione della Freedom Flotilla ha continuato costantemente a valutare la possibilità di utilizzare piccole imbarcazioni, come Rachel, Vittorio e Juliano II, che potessero raggiungere la destinazione o tornare indietro ai porti di origine. Per aumentare la presenza internazionale a bordo di questa flottiglia, abbiamo deciso di avere anche imbarcazioni che avessero strategie e destinazioni differenti. I partecipanti a bordo di queste imbarcazioni sono dei testimoni della flottiglia e aiutano a focalizzare l”attenzione mondiale non solo sulla pirateria di stato che Israele muove nei confronti di attivisti della società civile, ma anche nei confronti di una Gaza bloccata da oltre otto anni nella sofferenza e nell”arresto dello sviluppo. Seguite le novità su ff3.freedomflotilla.org per la posizione delle imbarcazioni e gli itinerari.

Durante gli ultimi giorni, il sostegno politico nei confronti della nostra sfida al blocco è cresciuta all”interno di Israele e in tutto il mondo

Dynamic 4
La flottiglia fa pressione continua da anni su questo blocco disumano e illegale. Stiamo rinnovando la nostra strategia mentre rimaniamo fedeli alla nostra storia di navigazione per ristabilire la legalità internazionale nel Mediterraneo orientale. Altre figure internazionali aspettano, pronte a partecipare alla Freedom Flotilla III. Da terra e da mare, con un unico scopo: continuare finché il blocco illegale israeliano finirà, l”Egitto finirà di chiudere arbitrariamente il valico di Rafah, e il porto di Gaza sarà completamente aperto sia per le persone che per le merci.


Dynamic 5
I 47 partecipanti a bordo, per ora, sono:


MARIANNE AV GÖTEBORG (Bandiera Svedese, 18 persone)

Dror Feiler Svezia – Musicista & compositore

Bassel Ghattas Israele – Parlamentare Knesset Israeliana, politico Palestinese

Dr. Moncef Marzuki Tunisia – Attivista per i diritti umani, Ex-Presidente della Tunisia

Ana Miranda Spagna – Europarlamentare (BNG)

Nadya Kevorkova Russia – Giornalista

Kajsa Ekis Ekman Svezia – Giornalista, scrittore

Robert Lovelace Canada – Professore Universitario & Capo nativo Algonquin

Joel Opperdoes Svezia – Equipaggio

Gustave Bergstrom Svezia – Equipaggio

Herman Reksten Norvegia – Equipaggio

Kevin Neish Canada – Equipaggio

Jonas Karlin Svezia – Equipaggio

Charlie Andreasson Svezia – Equipaggio

Ammar Al-Hamdan Norvegia – Aljazeera in arabo

Mohammed El Bakkali Marroco – Aljazeera in arabo

Ohad Hemo Israele – Secondo canale della TV israeliana

Ruwani Perera Nuova Zelanda – MaoriTV

Jacob Bryant Nuova Zelanda – MaoriTV


RACHEL (Bandiera Greca, 8 persone)

Ehab Lotayef Canada – Poeta

Christian Martel Canada РEx sindacalista del Qu̩bec

Anouar Gharbi Tunisia – Fondatore di ECESG

Yannis Vaitsis – Grecia Medico

K Grecia – Equipaggio

X Grecia – Equipaggio

Marietta Simegiakou Grecia

Aissa Boukanoun Francia – Euronews in arabo


VITTORIO (Bandiera Greca, 9 persone)

Ann Wright USA – ret. U.S. Army colonel & fmr. State Dept. Official

Nasser Hamdaduche Algeria – Parlamentare

Grecia – Equipaggio

Grecia – Medico

Gerd von der Lippe Norvegia – Professoressa in sociologia dello sport e scrittrice

N Grecia – Equipaggio

Welu Koivisto – Finlandia

Achilleas Karaklis – Grecia

Abdel Lateef Belkaim Algeria – Shourouk TV


JULIANO II (Bandiera Greca, 12 persone)

Zohar Chamberlain Israele – Rumbo a Gaza

M Grecia – Equipaggio

Claudio Tamagnini Italia – International Solidarity Movement

Anas Nairoukh Giordania

Lennart Berggren Svezia – giornalista freelance

Abouzaid El Mokrie El Idrissi Marocco – Parlamentare

Odysseas Voudouris Grecia – Chirurgo, ex presidente di MSF-Grecia, ex parlamentare

Iasonas Voudouris  Grecia

Grecia – Equipaggio

M Grecia – Equipaggio

Tayfun Jalci Turchia – Agenzia di stampa Anadolu 

Martin Lejeune Germania – Giornalista freelance



[GotoHome_Torna alla Home Page]

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile